Spiaggia di Punta Bianca – Ameglia

La Spiaggia di Punta Bianca: il mare ad Ameglia, tra storia e  presente.

Per chi ama spiagge più selvagge, di ciottoli o con scogli, può trovare all’interno del Parco di Montemarcello Magra ciò che cerca. La linea di costa che circonda il promontorio del Caprione fino a Tellaro e Fiascherino, nel comune di Lerici, è un susseguirsi di anfratti, piccole insenature e spiagge raggiungibili solo in barca o lungo sentieri del CAI.
Da Bocca di Magra, la prima spiaggetta che si incontra è quella di Punta Bianca, sull’estremità meridionale del Caprione. Lo spesso strato di calcare bianco che la caratterizza le da il nome. Punta Bianca è raggiungibile percorrendo un sentiero per circa trenta minuti, da una deviazione lungo la strada provinciale che porta a Montemarcello. Da qui si scende verso il mare tra la macchia mediterranea e i bunker della seconda guerra mondiale nascosti tra la vegetazione. Si raggiunge una piazzola in cemento sul mare, percorrendo uno stretto viottolo in mezzo al bosco fino alla spiaggia. Nell’ultimo tratto del percorso bisogna fare molta attenzione perchè il sentiero è a strapiombo sugli scogli.

La caratteristica principale, che fa di Punta Bianca un luogo suggestivo, è la presenza dei Bunker costruiti dai Tedeschi al tempo della seconda guerra mondiale, a strapiombo sul mare. Costruzioni che si sono inserite nel contesto naturalistico, conferendone un fascino unico. Una fitta tela di sentieri nascosti collegano questi fortini ad altri sparsi sul territorio.