Montemarcello

Situato sulla cima del promontorio del Caprione Montemarcello domina dall’alto sia il Golfo di La Spezia che la Val di Magra. Secondo la tradizione sembra che il nome risalga all’epoca romana, ricordando la vittoria riportata sui Liguri dal console Marco Claudio Marcello nel 155 a.C. L’influenza romana è ben visibile nella struttura urbanistica del paese con le sue vie che tagliano a angolo retto a ricordare un accampamento militare (“castrum”) dell’epoca, caratteristica unica tra i paesi della vallata. Nel 1286 il vescovo di Luni Enrico da Fucecchio fece erigere delle fortificazioni sul promontorio, tra cui la torre circolare posta all’entrata nord del paese. Ma la nascita del borgo va riferita al 1474 anno in cui Montemarcello si costituì in parrocchia. Le mura, di cui oggi restano solo alcuni tratti, ma il cui tracciato è ancora facilmente percepibile, furono costruite nel 1485. All’estremità occidentale del paese vi è la parrocchia di S. Pietro, la cui costruzione risale al 1474, ma che fu profondamente ristrutturata nel XVII secolo, secondo i canoni dello stile barocco. La piccola cappella posta sulla sinistra costituisce la parte originaria dell’edificio. Al suo interno sono conservate alcune opere di pregevole valore artistico, quali un ancona marmorea del 1529 raffigurante Gesù Cristo, S. Sebastiano e S. Rocco, attribuita a Domenico Gar, e un trittico quattrocentesco, che raffigura la Vergine del Rosario fra S. Pietro e S. Giovanni, attribuito al c.d. Maestro di Borsigliana (attivo nella vicina Garfagnana).

Montemarcello con le sue caratteristiche strette vie e case ben conservate è diventato negli ultimi anni meta di giornalisti e scrittori. Dalle piazzette e dai caruggi, oltre i muretti a secco, si gode di un panorama mozzafiato sullo splendido golfo dei poeti.
Per gli amanti del trekking dal paese di Montemarcello si articola un rete di sentieri che conducono a Bocca di Magra, Tellaro e Lerici. Uscendo dal borgo a sud, si notano i resti di una fortificazione militare che domina la costa sino a Livorno. Sul lato ovest si snoda un sentiero che conduce al belvedere di Punta Corvo (266 m s.l.m.), in cui l’azzurro del mare si fonde con il verde dei pini d’Aleppo.

A Montemarcello è presente l’Orto Botanico, che sorge sulla vetta di Monte Murlo (365 metri s.l.m) nel territorio del Caprione, il sistema collinare che divide il golfo della Spezia dalla pianura del fiume Magra. Si tratta di un sito di grande valenza naturalistica e di notevole pregio floristico.