Alla scoperta del promontorio del Caprione

Traversata del Caprione alla scoperta dei suoi segreti: La farfalla dorata al solstizio d’estate – I cavànei – Le pietre fitte – I borghi abbandonati di Portesone e Barbazzano – San Lorenzo

Escursione sul promontorio orientale del Golfo dei Poeti di La Spezia, alla scoperta dei suoi incredibili segreti.
Attraverseremo il suo intatto ambiente naturale tra il mare e la collina, questo territorio poco frequentato rispetto alle vicine Cinque terre, da cui non ha nulla da invidiare ma che anzi contiene tesori in gran parte sconosciuti di cui vi mostreremo le molteplici anime.

Il solstizio estivo segna il punto massimo di luce diurna nell’emisfero boreale, in quel periodo da sempre venivano celebrati i riti legati al sole perciò il 24 giugno, nella festa di San Giovanni, si accendevano i grandi falò notturni..in occasione di questo magico momento arriveremo a San Lorenzo al tramonto dove appare la farfalla di luce dorata…un trekking di due giorni tra natura, mare e mito con cena e pernottamento in agriturismo bio.

La traversata prevede:

1° giorno – partenza dal paese di Montemarcello (SP), autentica perla del Caprione.
Dopo la visita del borgo accompagnati dalle storie di epiche battaglie tra liguri e romani ci dirigiamo in discesa verso il mare per scoprire un sito preistorico dedicato alle osservazioni celesti e da qui al paese di Tellaro dove potremo pranzare e riposarci sugli scogli e chi vuole fare il bagno.
La seconda parte della giornata andremo alla scoperta dei paesi abbandonati di Portesone e Barbazzano, quest’ultimo fu antico castellaro ligure poi abitato in epoca medievale da marinai-pirati di cui si ha notizia fino al XVI secolo, restano ancora visibili oltre alle mura una torre di avvistamento e la chiesa dedicata a San Giorgio.
Finalmente andremo alla scoperta dei Cavànei, antiche strutture a tholos (falsa cupola) la cui tecnica costruttiva ricorda i tumuli etruschi e le antiche tombe micenee, lì tra i muschi e il silenzio degli oliveti conosceremo la storia e il mito che nascondono questi tesori di cui si conservano pochi esemplari superstiti presenti solo sul Caprione.
Attraversiamo poi il borgo della Serra e risaliamo l’antica Valle Stephani e da qui fino a in Cima al Monte dove insiste un caratteristico santuario mariano, salendo possiamo vedere ancora alcuni cavànei associati a pietre fitte che richiamano antichi culti della fertilità, attraversiamo la zona di Campo di Gia’ e arriviamo all’Agriturismo che ci ospiterà per la cena e la notte.
Dopo esserci riposati e rinfrescati ci avviamo a piedi (circa 1 km) verso la località San Lorenzo che ospita i ruderi di una antica chiesa medievale e il Quadrilithion preistorico dove potremo osservare, nuvole permettendo, il fenomeno rigenerativo della Farfalla dorata che si ripete ogni anno al solstizio estivo.
Al termine del fenomeno che dura circa una mezz’ora rientriamo all’Agriturismo per la cena preparata dallo chef Marco con prodotti dell’orto e del mar ligure!
Dopo cena potremo osservare le costellazioni da una posizione privilegiata e poi tutti a letto..

1° giorno: distanza da percorrere 13 km con dislivello in salita di 600 mt

2° giorno – Dopo la colazione partiamo e andiamo a vedere altri siti con cavanèi e altre particolarità, scendiamo nel bosco attraversando alcune piccole localita’ questa volta nel lato verso il fiume Magra, fino ad arrivare alla Grotta delle Fate, questo e’ un luogo incantato dove fino a pochi anni fa veniva celebrato il Natale dagli abitanti del sottostante borgo di Ameglia e qui si diceva che nascessero i bimbi, dalla grotta esce un acqua freschissima proveniente dal sistema carsico soprastante.
Arriviamo al paese di Ameglia, sede medievale del Vescovo Conte di Luni e antichissimo oppidium ligure-etrusco che aveva qui uno scalo fluviale con emporio annesso, importante la necropoli di Cafaggio le cui tombe ad incinerazione piu’ antiche datano al IV – V° secolo a.c.
Visitiamo il paese e facciamo uno spuntino dopo di chè risaliamo la costa, a tratti in un bel bosco misto, fino ad arrivare al belvedere dove si puo’ ammirare la piana di Luni, il fiume Magra e la costa Toscana fino a Pisa e con giornate limpide le isole dell’arcipelago toscano.
Da qui arriviamo al Borgo di Montemarcello, dove andremo a vedere l’antica torre di avvistamento forse di epoca romana.
L’escursione termina qui.

2° giorno: distanza da percorrere 10 km con dislivello in salita di 300 mt

N.B Possibilità di partecipare a uno o a tutti e due i giorni.

Area geografica: Promontorio del Caprione – Parco naturale regionale di Montemarcello-Magra (SP)
Localita’: Montemarcello – Tellaro – La Serra – Monte Branzi – San Lorenzo
Tipo di attivita’: escursione a piedi
Durata: due giorni
Difficolta’: E (escursionisti) – Itinerario su sentieri, mulattiere e scalinate, segnalate. L’itinerario presenta alcuni tratti ripidi percorribili in sicurezza.
Sentieri: vari
Altitudine max: mt. 372 ( M.Campazzo)
Itinerario ad anello: SI
Guide: Flavio Pardini – Stefano Mezzani (Guide Ambientali Escursionistiche – Legge 4/2013 e L.R. 42/2000)

Logistica:

1° GIORNO
• Ritrovo alle ore 9.00 del 25 giugno al parcheggio di Montemarcello (SP)
• Durata: 8 ore incluse le soste (con circa 6 ore di cammino)
• Dislivello complessivo in salita: 600 mt.
• Percorrenza: 13 km
• Cena e pernottamento all’Agriturismo ” La Rosa Canina” – Loc. Monte Branzi – Lerici (SP)

2° GIORNO
• Partenza alle ore 9.00 dall’ Agriturismo
• Durata: 6 ore incluse le soste (con circa 4 ore di cammino)
• Dislivello complessivo in salita: 300 mt.
• Percorrenza: 10 km
• Rientro previsto alle macchine: ore 16.00

• Prezzo: 30 euro a persona

• Condizioni Economiche:
La quota non comprende: gli spostamenti da e per i luoghi di ritrovo; i pranzi al sacco; tutto quello non elencato alla voce “la quota comprende”.
La quota comprende: servizio Guida Ambientale Escursionistica per l’intera giornata ed organizzazione (assicurazione RCT).
• Partecipanti: l’escursione si effettuerà con un minimo di 12 persone
• Adatta ai bambini: si (dai 14 anni in su)
• Pranzo al sacco
• Prenotazione obbligatoria entro Sabato 18 giugno 2016.
• Numero di posti limitato
• N.B. Possibilità di partecipare anche a un solo giorno di escursione

• Costi cena e pernottamento:
• Costo della cena: €. 20,00/persona (solo cucina naturale con prodotti dell’orto e pesce fresco – bevande escluse)
• Costo del pernottamento in trattamento B&B: €. 50,00/persona (stanze triple – quadruple – appartamento 4 posti letto)

Abbigliamento e attrezzature:

Saranno obbligatori gli scarponcini da trekking alti alla caviglia con suola in Vibram e uno zaino con dentro una borraccia da 1,5 lt per l’ acqua e il pranzo.
Per chi si ferma la notte un ricambio e indumenti per la notte oltre al necessario personale
Consigliato portare una giacca antipioggia (tipo goretex), cappello con visiera, bastoncini da trekking (facoltativo), crema solare protettiva, asciugamano e costume da bagno.
Consigliato abbigliamento comodo e una maglia di ricambio per il giorno.
Anche se l’itinerario non presenta difficoltà e’ preferibile e consigliato un certo allenamento alla camminata su sentieri .